Macchia Grande di Focene e Macchia dello Stagneto (IT6030023) - Azioni di intervento

Azione C.5:

pSIC Macchia Grande di Focene e Macchia dello Stagneto: interventi urgenti nell’habitat prioritario d’interesse comunitario 2250* Dune costiere con Juniperus spp.

Lo stato di conservazione dell’habitat prioritario 2250* “Dune costiere con Juniperus spp” mostra segni da stress (diradamento degli individui delle specie vegetali, impoverimento della biodiversità, denaturalità dell’area) causati negli ultimi anni da un incremento della fruizione antropica non regolamentata. Ai fini della conservazione è prevista la realizzazione di aree recintate per proteggere il ginepreto (per un totale di 1100 metri lineari) e la riqualificazione di un sentiero che permetta il passaggio dei visitatori a debita distanza delle superfici più delicate e di valore (dal punto di vista conservazionistico) (per una lunghezza di 800 metri). L’allestimento delle recinzioni e la riqualificazione del sentiero saranno coadiuvati dalle azioni E4 e E5. L’area sarà interessata anche da un intervento di consolidamento dunale tramite reti (su una superficie interessata di circa 0,5 ettari) sull’esperienza di altri progetti LIFE NATURA.

Azione D.5:

SIC Macchia Grande di Focene e Macchia dello Stagnato: Gestione e monitoraggio degli habitat prioritari e delle specie di interesse comunitario.

L’intera superficie del SIC si presenta come un mosaico ambientale dove l’effetto margine permette alti valori di biodiversità. Habitat prioritari residuali risultano essere il 2250* 6% della superficie del SIC) e il 5230* (2% della superficie del SIC). L’attuazione degli interventi urgenti di salvaguardia e tutela del ginepreto (2250*) previsti in C5, in particolare la recinzione per la creazione di piccole aree chiuse e la riqualificazione del sentiero, accompagnati dall’allocazione di bacheche dotate di pannelli informativi, sarà seguita da una gestione d’avvio per monitorare la validità degli interventi. La gestione si attuerà attraverso l’impiego a convenzione di personale addetto al monitoraggio dello status di conservazione dell’habitat prioritario 2250* “Dune costiere con Juniperus spp”, dell’habitat prioritario 5230* “Matorral arborescenti di Laurus nobilis” e delle specie d’interesse comunitario (Emys orbicularis). Le operazioni di monitoraggio investigheranno la presenza di eventuali specei esotiche (Trachemys scripta , T. elegans) e sarà accertata la presenza di Testudo hermanni. L’azione sarà coordinata in collaborazione con l’Ente di Gestione della Riserva Naturale Statale Litorale Romano ed il WWF Italia. Si prevede il coinvolgimento di due esperti (un botanico e un erpetologo) che annualmente attuano un censimento rispettivamente della flora e della fauna d’interesse comunitario.