Fondali tra le foci del Torrente Arrone e del Fiume Marta (IT6000003) - Habitat e Specie

Flora e vegetazione

Le condizioni ambientali hanno determinato la presenza di specie vegetali di importanza naturalistica tipiche del bacino mediterraneo. Nel caso del SIC “Fondali tra le foci del Torrente Arrone e del Fiume Marta” la specie vegetale di massima rilevanza è la Posidonia oceanica, pianta endemica del Mediterraneo con lunghi rizomi che può riprodursi per via sessuale o per via agamica mediante stolonizzazione. La Posidonia oceanica origina vere e proprie praterie sommerse che ricoprono i fondali marini dalla superficie sino alle batimetriche dei 30-40 metri. La Posidonia oceanica è estremamente sensibile a tutte le variazioni ambientali e scompare a causa dell’inquinamento e dell’eccessiva torpidità dell’acqua che attenua la penetrazione dei raggi luminosi. Per questo motivo risulta essere un eccellente bio-indicatore.

Habitat di interesse comunitario presenti e relativa valutazione del sito elencati nel formulario standard Natura 2000 relativi al SIC “Fondali tra le foci del Torrente Arrone e del Fiume Marta”

Habitat Cod. Cop. Rappr. Sup. relativa al tot. naz. Grado di cons. Valutazione glob.
praterie di Posidonia oceanica 1120* 50 Significativa C 0%-2% Buona Eccellente

Tipi di habitat presenti e copertura percentuale elencati nel formulario standard Natura 2000 relativi al SIC “Fondali tra le foci del Torrente Arrone e del Fiume Marta”

Habitat Copertura %
Marine areas, Sea inlets 100

Aspetti abiotici

Per quel che riguarda gli aspetti abiotici, il SIC “Fondali tra le foci del Torrente Arrone e del Fiume Marta” è costituito da substrato roccioso alternato a substrato sabbioso. L’habitat “prateria di Posidonia“ si alterna ad aree sabbiose sulle quali stagliano i banchi di Posidonia. L’area presenta un andamento morfologicamente movimentato, caratterizzato da pozze e da batimetriche frastagliate. Dal punto di vista della gestione della fascia costiera, la prateria svolge un ruolo fondamentale di contenimento e di protezione delle coste dall’azione erosiva del moto ondoso. Da una parte, infatti, la pianta smorza l’idrodinamismo e, intrappolando tra i rizomi il sedimento più fine, consolida il substrato; dall’altra, le foglie morte, spiaggiando, possono costituire formazioni dette banquettes, che proteggono il litorale dai fenomeni erosivi causati dal moto ondoso.

Aspetti biotici

Il SIC “Fondali tra le foci del Torrente Arrone e del Fiume Marta” racchiude un patrimonio ecologico che ha come cardine la presenza dell’habitat prioritario “Praterie di Posidonia”. Il ruolo che dal punto di vista ecologico è svolto delle praterie di Posidonia nei confronti del sistema costiero è di importanza fondamentale. Questa fanerogama, infatti, è una specie strutturante con azione di consolidamento e arricchimento del substrato e con funzione di protezione, tanto da rappresentare una vera e propria area di rifugio per moltissime specie alieutiche, oltre ad offrire rifugio e cibo anche agli esemplari adulti. La pianta produce con la fotosintesi una grande quantità di materia organica che rappresenta una fonte di cibo diretta e indiretta per numerosi organismi ed il punto di partenza di una complessa rete trofica.

 

Scarica la Scheda di Natura 2000